Io voglio un leone!

Scommetto che ognuno di noi, da bambino, ha desiderato qualcosa di impossibile da avere: un castello, un paio di ali, un unicorno, un panda gigante da tenere in giardino… E a nulla valevano i rifiuti, le spiegazioni, i ragionamenti degli adulti. Io lo voglio!

voglio un leoneE’ questo che dice anche Riccardo, un bambino di 5 anni che un giorno noioso si rende conto che, per rallegrare un po’, l’atmosfera, un animale sarebbe l’ideale. Ma quale animale? Riccardo ha le idee molto chiare: ci vuole un leone!

Inutili le proposte della mamma di animali alternativi e più rassicuranti: non sarebbe meglio un criceto, una tartaruga, un coniglietto, un pesce rosso?

NO, NO e NO! Riccardo vuole un leone e, si sa, i bambini sono molto determinati quando si mettono in testa qualcosa…

Una favola divertente, resa ancora più spassosa dalle bellissime e colorate illustrazioni: alla fine, ne sono certa, vi ritroverete anche voi a desiderare un leone in carne e ossa!

leone1

leone2

Annunci

Alice nel Paese delle Meraviglie

Cop Alice carousel it.inddAlice nel Paese delle Meraviglie” è certamente un libro che non ha bisogno di presentazioni, sinossi o recensioni: è un classico della fantasia che tutti conosciamo, perché lo abbiamo letto o abbiamo visto le tante trasposizioni in TV o al cinema.

Ma non potevo non inserirlo nella mia lista di libri consigliati, tanto più che da dieci giorni è entrata nel mio Paese delle Meraviglie una piccola Alice!

E’ una favola che mi ha sempre affascinato, perché il mondo della fantasia, il mondo in cui Alice si trova catapultata, è sempre stato una parte fondamentale della mia vita: cosa c’è di meglio che non sognare a occhi aperti e chiusi?

Alice nel Paese delle Meraviglie per me è questo: un salto a occhi chiusi nell’immaginazione, una passeggiata nel mondo dell’assurdo e dei sogni, dove ogni cosa diventa possibile, dove anche una Regina di Cuori che urla: “Tagliatele la testa!” non fa paura.

Di edizioni di questo libro ce ne sono tantissime, io vi consiglio quella pop-up di Emme Edizioni o quella, più particolare, illustrata dalla bravissima Rebecca Dautremer.

alice libro

white-rabbit-rebecca-dautremer

wpid-rebecca-dautremer-alice-in-wonderland_i_6

 

 

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2

51FZ3stOqNL._SX372_BO1,204,203,200_Sarà forse scontato, nel giorno della Festa della Donna, fare la recensione di un libro che parla di donne. Ma io credo che, se il nostro calendario ci dice che oggi dobbiamo festeggiare le donne, tanto vale cogliere l’occasione e rimarcare che, per fortuna, la Storia è piena di personaggi femminili che hanno lasciato il segno semplicemente seguendo le loro passioni.

Sì, perché in fondo questo libro parla di questo: bambine, ragazze, donne che hanno avuto il coraggio di fare ciò che davvero volevano fare, anche se all’inizio sembrava impossibile, anche se il destino è stato loro avverso o semplicemente non avevano i mezzi per farlo.

Donne audaci e intraprendenti, che magari hanno avuto anche un pizzico di fortuna, ma che soprattutto non si sono mai arrese, nemmeno quando ogni cosa sembrava perduta.

Allora penso che leggere la vita di queste donne forse è il modo migliore per festeggiarle, per festeggiarci: ricordando che, a volte, è sufficiente fare per il primo passo.

Non vi tirate indietro e tutti faranno un passo avanti.

1_J K Rowling4_Audrey Hepburn8_Beatrix Potter

Papà-isola

papà isola_copSe c’è una persona su cui so di poter sempre contare, sia per le cose più concrete, come cambiare una gomma all’auto, sia per quelle più “sottili”, come una parola di conforto in un momento difficile, quella persona è il mio papà.

Il mio è proprio un papà-isola, come quello raccontato in questo libro dolcissimo, che è perfetto da regalare a tutti i neo-papà (proprio come ho fatto io come l’altro uomo della mia vita).

I protagonisti sono due orsi che stanno per diventare genitori: ma Gigi ha paura di non essere all’altezza. “Sarò un bravo papà?” si chiede. A rassicurarlo interviene Betty: Gigi non deve preoccuparsi di ciò che non sa fare.

Perché per essere un bravo papà, non serve saper giocare a calcio, costruire capanne, nuotare come un pesce: per essere un bravo papà, basta esserci.

“E quando il nostro cucciolo partirà per esplorare questo grande mondo, tu non sarai mai troppo lontano.”

papaisola1papaisola2

Le cose della vita

la cose della vita_copLe cose della vita“: che titolo, questo libro per bambini che, in realtà, forse parla più agli adulti… o meglio, cerca di aiutarli a parlare ai bambini delle cose della vita, appunto.

Ma quali sono, queste cose? La vita è fatta di tanto: c’è la nascita, la gioia, la scoperta, l’avventura, l’amore e l’amicizia. Ma queste cose non potrebbero esistere senza la loro controparte: il dolore, la paura, la solitudine, la malattia, la morte.

Questo libro riesce ad affrontare tutto ciò e lo fa con i toni delicati e poetici di un ciliegio in fiore, come quello in copertina. Lo fa attraverso la storia di una bambina, Maia, e del legame speciale con la sua nonna. E’ proprio attraverso l’amicizia con la sua nonna che Maia scopre poco per volta “le cose della vita”: quelle belle e quelle meno belle, ma che dobbiamo imparare ad affrontare perché fanno parte del nostro percorso.

Ci sono dolori, sembra dirci questa storia, che ci colpiscono all’improvviso come uno schiaffo, che non possiamo capire, che non vogliamo capire.

Ma fanno parte della vita, ci insegnano a crescere e, anche se spesso non trovano una spiegazione, diventano parte di noi, rendendoci ciò che siamo.

Le-cose-della-vita-Tine-Mortier-Kaatje-Vermeire-Kite-edizioni-libricino-libri-fiabe-favole-per-bambini-ragazzi-news-blog-recensioni-4Le-cose-della-vita-Tine-Mortier-Kaatje-Vermeire-Kite-edizioni-libricino-libri-fiabe-favole-per-bambini-ragazzi-news-blog-recensioni-3

ORSETTO

ORSETTO_copertinaAmo le favole che hanno come protagonisti animali che si comportano come esseri umani, e in particolare gli orsi: ho adorato Paddington , e Winnie Puh è uno dei miei libri preferiti in assoluto.

“Orsetto” è stato pubblicato per la prima volta nel 1957 e narra le avventure quotidiane di un piccolo orso, della sua famiglia e dei suoi amici.

Gli orsetti hanno un modo tutto loro, tenero e a volte ingenuo, di vedere le piccole cose del mondo: un modo che, secondo me, ben si avvicina a quello dei bambini. Tenero e ingenuo, sì, ma che in realtà sotto sotto nasconde una visione di ciò che ci circonda profonda e molto saggia.

Una visione della realtà che a noi “grandi” a volte sfugge, eppure è lì sotto i nostri occhi: come il fondo di un barattolo su cui è rimasto un po’ di miele.

orsetto3orsetto2

 

La casa più grande del mondo

Casa piu grande del mondo_coverC’era una volta una lumachina che voleva avere la casa più grande e più bella di tutte. “Certe cose sono meglio piccole!” le risponde il suo papà e le racconta una storia.

La storia che papà lumaca racconta alla sua lumachina è quella di un’altra lumaca che, proprio come lei, voleva avere la casa più meravigliosa che si fosse mai vista! Ma, spesso, ci rendiamo conto solamente dopo che certi desideri non sono come li immaginavamo: e quella casa così grande e così bella si rivela, in realtà, solamente un ostacolo.

Una storia semplice, con bellissime illustrazioni, che in fondo ribadisce un concetto se vogliamo banale ma che, soprattutto oggigiorno, molte volte dimentichiamo: per vedere il mondo, bisogna viaggiare leggeri!

Schermata 2018-02-02 alle 17.50.55Schermata 2018-02-02 alle 17.50.35Schermata 2018-02-02 alle 17.49.22